3D Diagnostic Images Udine

Sono forti le tue ossa?

Come si diagnostica l’osteoporosi?


Allo stadio iniziale è una malattia senza sintomi: molte persone scoprono di averla solo a seguito di una frattura.
Le fratture sono sicuramente la conseguenza più frequente dell’ osteoporosi : in particolare quelle del polso, vertebre e femore, che possono avere conseguenze addirittura invalidanti.
Esiste un esame chiamato densitometria ossea (nota anche come MOC: Mineralometria Ossea Computerizzata), non invasivo ed a bassissima emissione raggi x che determina con precisione lo stato di mineralizzazione delle ossa permettendo la diagnosi precoce ed il monitoraggio dell’ osteoporosi.
 

Che cos’è l’osteoporosi?


E’ una malattia che riduce il contenuto naturale di calcio nelle ossa aumentando la fragilità ossea ed il rischio di fratture, anche spontanee.
Le donne sono i soggetti più esposti (si stima che una donna su tre sopra i 50 anni sia colpita) ma anche gli uomini (si stima uno su nove dopo i 60 anni).
 

I fattori di rischio?


Dagli studi condotti non è emersa una singola causa che determina l’insorgenza dell’ osteoporosi, ma una serie di fattori di Rischio:
Ecco i principali:
• Sesso femminile
• Età sopra i 50 anni
• Familiarità all’ osteoporosi
• Menopausa precoce (prima dei 45 anni), anche chirurgica
• Basso consumo di cibo con calcio (latticini)
• Scarsa attività fisica
• Alcune malattie endocrine come Iperparatiroidismo e Ipertiroidismo,
Ipogonadismo
• Malassorbimento intestinale (Celiachia e Morbo di Crohn)
• Anoressia nervosa
• Insufficienza renale cronica
• Uso prolungato dei farmaci (cortisone, antiepilettici, ormone tiroideo)
• Eccessiva magrezza: Indice di massa corporea <19 Kg/m2
• Abuso di alcool, tabacco e caffè
 

 

Come ridurre il rischio dell’ osteoporosi?


L’osteoporosi si può e si deve prevenire fin da giovani con poche e semplici regole:
1. Fare movimento ogni giorno: basta mezz’ora di passeggiata di buon passo tutti i giorni
2. Seguire una dieta ricca di calcio, gli alimenti che ne contengono in misura maggiore sono il latte, lo yoghurt ed i formaggi
3. Limitare gli alcolici, il caffè ed il thè
4. Ridurre o meglio smettere di fumare
 

 

Che cosa fare se viene diagnosticata l’osteoporosi?


L’osteoporosi può e deve essere curata facendo attività fisica, ginnastica riabilitativa (back school), magnetoterapia in caso di dolore, seguendo una dieta ricca di calcio ed esponendosi alla luce solare.
Esistono inoltre numerosi farmaci che possono venire prescritti dallo specialista in caso di necessità.